15 aprile 2013

Una torta romantica piena d'amore: la Rose Cake.

Ciao a tutti! Ma lo sentite il profumo della primavera??? Il caldo finalmente sta tornando...che bello! E la tortina di oggi mi sembra proprio a tema con queste belle giornate. In effetti la pubblico parecchio in ritardo rispetto a quando l'ho preparata...ma è perfetta per questo periodo :). Perchè? ...perchè la decorazione, semplicissima ma dall'effetto stupefacente, la rende praticamente un tappeto di rose.
A ottobre dello scorso anno, la mia mamma e il mio papà hanno festeggiato i 25 anni di matrimonio. Per la verità loro non avrebbero voluto nemmeno festeggiare... ma con l'indispensabile e preziosissimo aiuto delle mie due mitiche zie Rosanna e Paola, abbiamo messo su una festa a sorpresa con i fiocchi! Ovviamente non potevo non preparare la tortina per un evento così... anzi le tortine, perchè erano tre, tutte uguali. Dal momento che le cose da fare erano parecchie, cercavo una decorazione semplice da realizzare, veloce, ma bellissima. Cercando su internet ho trovato la soluzione che poi ho utilizzato: si tratta di una decorazione con il sac à poche, tra l'altro semplicissima da realizzare, basta un pochino di pratica. La vera maestra nella realizzazione di Rose Cake è l'autrice del blog I am baker, con i suoi tutorial sono sicura che riuscirete tutti a realizzarne una. Certo, la mia tortina non è nemmeno lontanamente bella come le sue, ma piano piano ci si può arrivare.
Vediamo cosa serve per realizzare questa tortina.

Occorrente:
un pan di spagna o la base che preferite
la crema che preferite per farcire la torta
frosting per ricoprire e decorare la torta
colorante alimentare in gel
sac à poche (io preferisco quelli usa e getta)
beccuccio a stella chiusa

Preparazione:
Prima di tutto preparate la torta che preferite: nel mio caso si trattava di una red velvet (la ricetta la trovate qui). Io ho preparato tre torte da 22 cm, dal momento che eravamo tanti e che non mi andava di fare una torta troppo grande.
Quando la torta sarà pronta farcitela con la crema che avete scelto: io ho usato il mitico frosting al cioccolato, che trovate qui. A questo punto bisogna preparare il frosting bianco al naturale per la decorazione. In America usano ovviamente l'onnipresente crema al burro, ma vi assicuro che il collaudatissimo frosting che uso sempre restituisce praticamente lo stesso effetto e regge benissimo. Con due dosi si ricopre e si decora abbondantemente una torta da 22 cm.
Ricoprite la vostra torta con uno strato abbastanza sottile di frosing, e livellatela per bene.
Mettete la torta in frigo per qualche ora. Intanto potete colorare il frosting per la decorazione, a seconda del colore che avete pensato per la vostra torta. Io avevo deciso di fare tre strati orizzontali degradanti dal rosa più scuro al bianco, quindi ho diviso il frosting in tre parti e l'ho colorato aggiungendo il colorante alimentare in gel e mescolando con una spatola dal basso verso l'alto.
Quando tutto sarà pronto, preparate il sac à poche con il beccuccio a stella chiusa (che è quello a stella con le estremità delle punte incurvate verso il centro del foro del beccuccio), e riempitelo di frosting. Vi rimando ora al tutorial di I am baker... non sarei stata in grado di farne uno migliore :). Anche se è in inglese, i gesti sono chiarissimi... lei riesce a ricoprire una torta in poco più di quattro minuti, resterete a guardarla a bocca aperta.
L'essenziale è che stiate seduti, dovete tenere la torta davanti a voi quasi all'altezza del viso; poi si procede con una rosa alla volta, dalla base della torta fino a coprirla tutta. Il movimento per realizzare la rosa è molto semplice: dovete fare sostanzialmente dei cerchi concentrici verso l'esterno, l'importante è tenere sempre il beccuccio perpendicolare alla torta.
Rosa dopo rosa, il risultato sarà questo. Vi faccio una piccola carrellata.
Più nel particolare...
Non è romantica? Una torta di grande effetto secondo me, e soprattutto senza troppo sforzo. Infine, tanto per gradire, vi faccio vedere anche l'interno.
Spero di avervi dato uno spunto utile per le vostre prossime creazioni.
Dolcini a tutti :)

11 aprile 2013

Una dolcissima melodia: cake pops...o note musicali?!?

Ciao a tutti!!! Dopo una settimana di influenza eccomi di nuovo qui a proporvi dei dolcini veramente carini! Devo dire che cercando un pò su internet non ho trovato nulla di simile...quindi sono proprio contenta di aver ideato e realizzato questi cake pops in completa autonomia creativa :)! L'occasione è stata la festa per i 18 anni di un ragazzo, Simone, che ama suonare la chitarra. Mi era stato chiesto, quindi, se fosse possibile realizzare dei cake pops a forma di chitarra, ma poi mi si è accesa la lampadina e mi sono detta: "Perchè non provare con le note musicali?". Ringrazio Marilena per avermi permesso di seguire questa idea, perchè il risultato mi ha reso davvero soddisfatta :). Ne sono venuti fuori dei cake pops da utilizzare come una sorta di segnaposto.
Devo dire che spesso avere un'idea è semplice, ma poi realizzarla è un pò più complicato del previsto...in effetti il tutto è stato un pò laborioso! Quel che conta comunque è che tutto sia andato per il meglio, anche grazie al preziosissimo aiuto di mia sorella Elena, che ha lavorato ad un dettaglio veramente importante (che vedrete fra un pò).
Anche stavolta la lotta più strenua è stata quella contro i candy melts, che tanto per cambiare hanno deciso di ribellarsi e di darmi del filo da torcere. Ho imparato a mie spese che i colori scuri creano parecchi problemi, perchè non si sa per quale motivo non si sciolgono bene, non diventano belli fluidi. Stavolta dovevo necessariamente usare i candy melts neri, non avevo alternative, quindi ho provato a renderli più fluidi aggiungendo del burro. Vi avverto che ci vuole molto burro, e che all'inizio il miscuglio diventa qualcosa di inguardabile e durissimo, ma non bisogna desistere e continuare ad aggiungere fino a quando non diventano più liquidi. Il risultato ha dei pro e dei contro, ovviamente :). Sicuramente i candy melts in questo modo sono più utilizzabili e gestibili, ma risultano un pò granulosi, non lisci come quelli non "diluiti" con il burro. Con il colore nero è comunque un risultato molto buono, non so dirvi con i colori un pò più chiari, come il rosso.
Ma andiamo al sodo.

Occorrente:
palline di torta
candy melts neri
stecchi per cake pops da 15 cm
colorante alimentare nero in gel
pennello alimentare
pirottini bianchi (diametro 3,5 cm)
cartoncino nero e in altri colori a scelta

Preparazione:
Questi sono dei cake pops un pò diversi dal solito, perchè la pallina non sta in cima allo stecco, ma in basso; inoltre, dovendo riprodurre una nota musicale lo stecco non sta al centro della pallina, ma su un lato. Infine, quella specie di coda che hanno le note in alto va riprodotta con il cartoncino.
Qualche giorno prima di realizzare i cake pops bisogna preparare gli stecchi: le note musicali sono nere, ma gli stecchi sono bianchi...quindi bisogna dipingerli :). Vi basterà diluire il colorante alimentare nero con un pò d'acqua e poi dipingere tutto lo stecco con il pennello. Poi dovrete lasciar asciugare gli stecchi infilzati nel polistirolo. L'unico inconveniente è che lo stecco risulterà un pò appicicoso e potrebbe lasciare un pò di colore sulle mani, ma io ho ovviato con piccolo accorgimento che vi farò vedere :). Ho provato anche a colorare gli stecchi con il colorante alimentare in spray, ma non c'è stato verso...il colore non si attacca per niente.
Fatto questo bisognerà procedere con la preparazione delle palline di torta, che io faccio spessissimo con la torta al cioccolato amalgamata con la Nutella. Questa volta, però, il procedimento è un pò diverso dal solito, perchè lo stecco dovrà stare su un lato della pallina. Formate una pallina dopo aver sbriciolato la torta ed averla amalgamata con la crema che più vi piace; posizionate la pallina su un vassoio, poi prendete uno stecco e premetelo (tenendolo verticale) contro il lato della pallina, fino a quando non sarà ben inglobato. Sistemate bene l'impasto della pallina attorno allo stecco in modo tale da farlo restare ben fermo. [Scusatemi per tutte le volte che ho scritto "pallina", ma è per spiegarmi il meglio possibile]
Insomma il risultato deve essere questo: lo stecco deve essere premuto contro il lato della pallina e non essere infilazato dall'alto. Vi consiglio di comporre una pallina per volta e di metterla subito in frigorifero, in modo tale che si solidifichi e tenga fermo al suo posto lo stecco. Quando avrete finito tutte le palline, toglietele dal frigo, sciogliete un pò di candy melts nero e con un conetto di carta forno o con un biberon con beccuccio fate un cerchietto intorno allo stecco, proprio all'attacco con la pallina, così:
 
In questo modo eviterete il rischio che la pallina si possa staccare. Una volta che questo "cordoncino di sicurezza" sarà asciutto, potrete passare alla copertura. Sciogliete i candy melts neri (se non sono fluidi aggiungete il burro), immergete la pallina, lasciate scolare l'eccesso e poi posizionatela su un vassoio ricoperto di carta forno.
 
Eccola qui. Come vedete la copertura non è liscissima, ma vi assicuro che è un risultato ottimo se tenete conto della totale ingestibilità dei candy melts che non si sciolgono. Lasciate asciugare tutti i cake pops e preparatevi per le decorazioni che li renderanno delle meravigliose note musicali!
Io ho la fortuna di avere un'artista in casa, mia sorella Elena (questo è il suo blog), che mi ha preparato i disegni per la realizzazione delle "code" delle note musicali. Sulle code abbiamo attaccato un pezzettino di carta bianca con un pentagramma prestampato su cui Elena ha scritto il nome del festeggiato, Simone, con le note musicali. In più, per ovviare all'inconveniente dello stecco che rilasciava un pò di colore, abbiamo creato dei cerchietti in cartoncino da attaccare al centro dello stecco, con il numero 18 scritto anche lui con le note musicali.
Non è meravigliosa? Io ho adagiato ogni cake pop in un pirottino bianco, dal momento che dovevano essere poggiati sul tavolo per fare da segnaposto. Ma non è finita qui: la mamma di Simone voleva infatti regalare ad ogni ospite una calamita a forma di chitarra, quindi ho trovato il modo di sistemare accanto ad ogni nota musicale una chitarrina, assicurandola con un nastrino verde (che è il colore dei 18 anni). Dal momento che le chitarre erano in tre colori (rosso, arancione e blu), il cerchietto con il numero 18 sullo stecco del cake pop è stato realizzato nello stesso colore della chitarra corrispondente.
La nota con la chitarra rossa...
...la nota con la chitarra arancione...
...e la nota con la chitarra blu! Ed infine, tutte le note insieme pronte per la festa:
Che carine! Hanno avuto un grande successo, e ne sono davvero felice, è stata una grandissima soddisfazione vederle finite!
Mi dispiace essermi dilungata tanto, ma mi faceva piacere spiegarvi il procedimento :). Allora...che ne pensate?
Dolcini a tutti :)


7 marzo 2013

Tanti dolci Topolini: Mickey Mouse cake pops per Francesco!

Hello everybody!!!!!!!! Sono tornata... non ho più scritto per troppo tempo ma non ho mai abbandonato il mio amato blog...cause di forza maggiore: la mia forza maggiore si chiama università, e purtroppo quando c'è tanto da fare non c'è spazio per nient'altro :). Cercherò di essere più presente...anche perchè ho un sacco di ricettine da postare!
Comincio dalla più recente, che è anche la più divertente: tanto per cambiare cake pops...evviva!!! Per il compleanno del mio piccolo e bellissimo nipotino Francesco non potevano mancare i cake pops di Topolino, che lui ama tanto, così tanto che anche la torta, realizzata con tanto amore dalla sua bravissima mamma, era il trionfo di Mickey Mouse :).
Tornando ai cake pops, devo dire che purtroppo erano stati progettati un pò diversi...poi i candy melts rossi hanno deciso di crearmi tantissimi problemi (di cui vi parlerò alla fine del post), quindi il progetto è cambiato durante la lavorazione, ma ne sono venuti fuori dei Topolini veramente teneri e relativamente semplici da realizzare :). Vediamo come.

Occorrente:
palline di torta
cioccolato da copertura o candy melts dark cocoa
candy melts dark cocoa per le orecchie
sprinkles di zucchero a forma di cerchietti e cuoricini
stecchi per cake pops
un blocco di polistirolo

Preparazione:
Prima di tutto preparate le palline di torta (per me la base perfetta per i cake pops è la torta al cioccolato amalgamata con la Nutella, ma potete scegliere il gusto che più vi piace sia per la base che per la crema) ed infilzatele con gli stecchi seguendo questo procedimento.
Quando le palline saranno tutte sul loro stecco bisognerà attaccare le orecchie di Topolino: come orecchie io ho usato i candy melts, ai quali ho tagliato via un pezzettino in basso con un tagliabiscotti circolare piccolo (potete usare anche la parte inferiore di un beccuccio da sac-à-poche). Sciogliete una piccola quantità di candy melts o cioccolato e riempite un conetto di carta forno, un sac-à-poche o un biberon con beccuccio liscio piccolo; quindi fate una striscetta di cioccolato fuso sulla pallina, all'altezza dell'orecchio, e leggermente più lunga della parte di candy melt-orecchio che andrete ad attaccare. Premete l'orecchio nella striscetta di cioccolato e tenetelo con le dita per qualche secondo, in modo da essere sicuri che resti in posto.
Procedete attaccando due orecchie ad ogni Topolino, fino a quando non saranno tutti pronti.
Quando il cioccolato che tiene le orecchie sarà ben asciutto potrete procedere alla copertura. Sciogliete nel microonde o a bagno maria i candy melts o il cioccolato, in un contenitore abbastanza largo e profondo da contenere abbondantemente la testa di un Topolino. Vi ricordo che per evitare di rendere inutilizzabili i candy melts (anche se a volte capita che creino problemi nonostante tutti gli accorgimenti), quando li sciogliete a bagnomaria dovete far bollire prima l'acqua, e solo dopo averla tolta dal fuoco potete inserire il contenitore con i candy melts da sciogliere.
Prendete ora un Topolino alla volta ed immergetelo nel cioccolato, avendo cura di ricoprirlo completamente. Fate colare tutto il cioccolato in eccesso dando dei piccoli colpetti con lo stecco sul bordo del contenitore, e mettete il cake pop faticosamente ottenuto a solidificare infilzato nel blocco di polistirolo.
 
Ecco il risultato! Per completarlo, una volta asciutto il cioccolato, io ho creato anche il papillon utilizzando due sprinkles di zucchero a forma di cuoricino ed uno a forma di cerchietto, assemblandoli fra loro alla base della testa di Topolino con un pò di cioccolato fuso e con l'aiuto di uno stuzzicadenti.
Eccoli tutti insieme (io in tutto ne ho fatti 60)! Infine, per una presentazione più carina, io li ho imbustati uno ad uno con i sacchetti alimentari, che ho chiuso con un fiocchetto di filo di lana rosso.
Topolino da solo :)
 
Topolini tutti insieme :). E poi il gran finale....
Topolino assaggiato!!!!!!! Che buonooooo, io ne mangerei 10 tutti insieme!
Veniamo ora ai problemi con i candy melts: nonostante i Topolini alla fine siano venuti carinissimi, nelle mie intenzioni non dovevano essere proprio cosi. La metà inferiore della sfera, infatti, doveva essere rossa con due bottoni, a rappresentare i pantaloni di Topolino. Purtroppo, quando ho sciolto i candy melts rossi, nonostante tutti gli accorgimenti, ne è venuto fuori un disastro: in sostanza non sono diventati fluidi ma sono rimasti molto molto densi. Quando ho provato ad immergere la pallina, il cioccolato in eccesso non colava via, ed il risultato era una cosa informe e piena di grumi. Erano, quindi, inutilizzabili, ed ho abbandonato l'idea, non sapendo come risolvere il problema. A volte, quindi, capita che i candy melts creino problemi dipendenti non so da cosa, secondo me dai cambiamenti di temperatura durante la conservazione in negozio e i vari trasporti.
Ovviamente dopo l'accaduto mi sono documentata il più possibile, ed in alcuni forum americani ho letto che nel caso in cui i candy melts risultino troppo densi, si può provare a fluidificarli aggiungendo un cucchiaino di burro per volta (ma al massimo due cucchiai di burro per confezione di candy melts). Questo perchè i candy melts sono a base grassa, e vanno quindi amalgamati sempre con ingredienti a base oleosa o comunque grassa. Questo è anche il motivo per cui se provate ad aggiungere del latte verrà fuori qualcosa di indicibile. Lo stesso concetto vale anche per i coloranti: non riuscirete mai a colorare i candy melts bianchi con coloranti in polvere, gel o pasta tradizionali, c'è bisogno di appositi coloranti a base oleosa per cioccolato.
Spero che la mia disavventura possa servire a risolvere i problemi di qualcun altro :).
Dolcini a tutti :)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...